Domenico Attianese, il losco figuro che gestisce questo blog, è un autore indipendente, un editor, un giornalista e uno studente. Qui parlerà di Scrittura e cultura di genere, giornalismo ed editoria, antichi rituali per evocare demoni e curiosità assortite da fiera itinerante. Non siate così seri.

The Man in the High Castle aka la serie tv “Una Svastica sul Sole”

2 commenti

Qualche giorno fa ho visto il pilot ti “The Man in the High Castle”, ossia la serie tv, prodotta da Amazon, basata sull’omonimo libro di Philik K. Dick, in Italia tradotto con “Una svastica sul sole.”

La prima puntata è gratis su Amazon, per i possessori di Amazon prime, e saranno loro, noi, a decidere il destino della serie: Se piacerà ne verranno prodotti altri episodi, altrimenti nisba.
Non sono sempre un fautore di questo metodo, basta ricordare che fine ha fatto Zombieland, che poteva essere una serie magnifica, chiusa anche a causa di stupidi che la criticavano perchè “Non sono gli stessi attori del film.”
Ma va, davvero?

In ogni caso…di che parla?
E wikipedia ci accorre in aiuto:

L’autore immagina un’ucronia in cui Hitler e l’impero giapponese hanno sconfitto gli alleati nella seconda guerra mondiale, diffondendo il nazismo nel mondo intero, Stati Uniti compresi. In quest’universo alternativo, il destino dell’America ricalca quello della Germania post-1945: è infatti divisa in tre stati, corrispondenti alla costa orientale (sotto controllo tedesco), quella occidentale (controllata dai giapponesi) e gli Stati delle Montagne Rocciose, che fungono da cuscinetto tra gli altri due. In primo piano le vicende di un gruppo di personaggi: l’orafo ebreo Frank Frink (il cui vero nome sarebbe Fink, alterato per sfuggire alla caccia dei nazisti), la sua ex-moglie Juliana, insegnante di arti marziali, l’antiquario Childan (che vive servendo i giapponesi, ma ammira segretamente i nazisti), il funzionario nipponico Nobosuke Tagomi e l’uomo d’affari svedese Baynes. Le vite di queste cinque persone entreranno in contatto in modo drammatico, quando verranno coinvolti in una serie di complotti orditi dalle potenze che si sono spartite il mondo (nazismo tedesco e imperialismo giapponese); a tutti verrà però concessa una rivelazione sul mondo in cui vivono e che sembra loro normale, per quanto mostruoso.

In pratica: Cosa sarebbe successo se la Seconda Guerra Mondiale fosse stata vinta dai Nazisti?
Niente di buono.
Il primo episodio mostra un mondo allo sbando etico e morale, sul punto di un’ulteriore guerra a causa della lotta per la successione che scoppierà una volta morto il Furher.
Ma c’è dell’altro.

Il mondo in cui vivono è un mondo nazista, con tutte le orribili conseguenze del caso.
Come, abbiamo detto, un mondo in perenne stato di tensione.
Camicie brune che girano ovunque.
Persone “Diverse” costrette a nascondersi.
Ma il terrore del mondo descritto nel libro di Dick, e in questa serie tv, si può condensare in uno scambio di battute riguardo a della cenere che cade dal cielo:

“Cos’è?”
“L’ospedale.”
“L’ospedale?”
“Di martedì bruciano gli storipi e i malati terminali, sonio un peso per lo stato.”

Spaventoso.

Annunci

2 thoughts on “The Man in the High Castle aka la serie tv “Una Svastica sul Sole”

  1. Che dire… in qualità di utente Prime, vado ad esercitare il mio diritto di vedere questa figata! 😀
    Sperando non faccia la fine di Zonbieland… Grazie della segnalazione, la Svastica è una delle mie storie preferite di Dick! 😉

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...